Seminari 2016 - Scuola di Psicoterapia Sistemico Relazionale

Dalle ore 09.40 alle 18.00

Ai Seminari, oltre agli allievi della scuola, possono partecipare
a titolo gratuito: Ex allievi  del Centro Eidos e Tutor del Tirocinio
a pagamento: Psicologi e/o Psicoterapeuti laddove previsto
____________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

  

Sabato, 23 Gennaio 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso

"Il disagio dentro l'organizzazione. Riflessioni sul lavoro per un futuro desiderato"
Dal Corso L.
  

"Lo Psicologo di Base: un anno dopo"

Tavola Rotonda " LO PSICOLOGO DI BASE: UN ANNO DOPO" - 23 Gennaio 2016
Emilia Laugelli, Nicola Michieletto, Diego Ruzza e Massimo Santinello hanno partecipato all'evento gratuito e aperto al pubblico, organizzato da Eidos a Ca' del Galletto (TV). Lo psicologo di base, il suo ruolo, la sua identità, le criticità, i progetti in atto e le prospettive future sono state oggetto di un interessante e partecipato confronto.
Per chi desiderasse approfondire o scaricare il materiale presentato

 

____________________________________________________________________________________________________________________________

sola

Sabato, 27 Febbraio 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso


“Il carcere si apre alla famiglia”

 Sola S.
 
 

Foto: Sabrina Sola, Sara Monte
 Il seminario tenuto dalla dottoressa Sola e' stato sicuramente uno dei più interessanti cui abbia partecipato.
Dopo un excursus teorico riguardante la tossicodipendenza da un punto di vista sistemico trigenerazionale, il confronto è stato aperto anche ad altri apporti ed indirizzi.
In seguito e' stata descritta nel concreto l'esperienza dello psicologo che lavora nel carcere, "un mondo a parte", fatto di isolamento quotidiano anche per gli operatori .
Ciò che è' però stato il filo conduttore, che ha fatto la differenza, e' stata la profonda passione che ci ha trasmesso la relatrice: pur con la massima professionalità non
ha mai nascosto il coinvolgimento, la dedizione, la grandissima sensibilità di una terapeuta che ogni giorno forma con i detenuti ed i loro familiari un "sistema osservante",
una terapeuta che è' si mette in gioco, che sperimenta con flessibilità ogni possibilità.
Ha raccontato un'esperienza esaustiva ed allo stesso tempo ha sapientemente lasciato molti spunti di riflessione, molte tematiche aperte che ciascun partecipante

e' stato incuriosito ad approfondire.

(Sara Monte - Psicologa, Psicoterapeuta)

___________________________________________________________________________________________________________________

barbetta

   	 Sabato, 12 Marzo 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso

 

“Terapia familiare ed immigrazione”
 Barbetta P.

 

 Foto: Suna Schiavolin, Pietro Barbetta, Manuela Bertocchi

Ci sono seminari che lasciano il segno nel proprio percorso personale e formativo, e quello del dottor Pietro Barbetta è stata sicuramente uno di questi.
Ci si poteva aspettare una lezione centrata su un singolo argomento, una sorta di “manuale” su come lavorare con gli immigrati, ma non è stato cosi, o almeno non solo. 
Attraverso un’ottica non solo sistemico-relazionale, ma anche filosofica, antropologica, sociologica, il docente ha toccato uno dei temi più scottanti della nostra epoca e
della nostra attualità, ovvero l’immigrazione, intesa come fenomeno globale che porta con sé molte questioni, che molto probabilmente saranno sempre più presenti negli
anni a venire.
 Ha quindi parlato di storia, di linguaggio, di culture differenti, portando il pubblico a ragionare su quanto ogni contesto culturale e storico crei,
attraverso il linguaggio, diversi significati e diversi vissuti, che hanno poi importanti ripercussioni su un lavoro psicoterapeutico
con persone provenienti da altre culture.
 
Grazie anche esempi pratici, ci ha mostrato il suo modo personale di lavorare: attraverso quali domande e quali strumenti cerchi di stimolare la conversazione con la persona
che chiede aiuto. Infine, ci ha stimolato a fare una riflessione sul ruolo dello psicoterapeuta, su quanto egli possa essere efficace solo quando non diventa salvifico, quando
riesce a tenere strette le proprie tradizioni e anche usarle in terapia, nonostante le diversità.
 
Chi ha potuto assistere a questo intervento ha portato a casa una notevole ricchezza di riflessioni e di stimoli, non solo pratici ma anche teorici: nell’analisi del tema, infatti,
vi è stata la possibilità di esplorare il pensiero di vari autori, sistemici o meno, quindi Bateson, Watzlawick, Prigogine, a Foucault, Bradbury, persino Pier Paolo Pasolini.
 
Ringraziamo il dottor Barbetta per avere condiviso con noi la sua esperienza e la sua competenza e ci auguriamo di riaverlo ospite in altre occasioni.

(Eugenio Bedini - Psicologo, Psicoterapeuta)

 ________________________________________________________________________________________________________________________

13245335 595082027308544 7403037907908383852 n2
 
  	  Sabato, 14 Maggio 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso
 
"Ri-levando la violenza"

 Grifoni G.

 

 

Foto: Giacomo Grifoni con i direttori della scuola e gli allievi

"La violenza contro le donne è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. E forse la più pervasiva. Non conosce limiti culturali o di ricchezza fintanto che continua non
possiamo dichiarare di fare reali progressi verso l'uguaglianza, lo sviluppo e la pace" Kofi Annan, 1991, Onu
Dal 1993 si sono pronunciati contro la violenza verso le donne sia le Nazioni Unite che il Consiglio d'Europa (2005). Gli Stati Membri di organizzazioni internazionali sono
tenuti a vigilare per contrastare, punire ma anche prevenire tali atti.
E' nell'ambito della prevenzione che il Consiglio d'Europa indirizza specificamente a creare programmi per i maltrattanti allo scopo di oraganizzare interventi per aiutare gli
uomini che agiscono violenza a divenire consapevoli delle loro azioni, ad assumersene la responsabilità al fine di superare tali comportamenti.
Oggi esistono interventi e programmi di trattamento dei comportamenti violenti per prevenire la reiterazione di tali azioni sul futuro.
Il CAM (Centro Ascolto Uommini Maltrattanti) nasce a Firenze e dal 2009 opera per il trattamento di uomini che agiscono la violenza nelle relazioni affettive.
Il dr. G. Grifoni, psicologo psicoterapeuta sistemico, è tra i fondatori del Centro.
Autore del libro "Non esiste giustificazione" porterà alla nostra riflessione questo complesso contesto di disagio e patologia comportamentale.
________________________________________________________________________________________________________________________ 
 

 13494772 1255662754452131 1518099097221748942 n2

Sabato, 11 Giugno 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30-Treviso

"Emergenza ed immigrazione"

 Sbattella F.

 

 

 

Foto: Fabio Sbattella con i direttori della scuola e gli allievi

Personalmente ho avuto la fortuna di assistere ad altri due seminari del dott. Sbattella, nel corso dei miei anni di formazione; con la sua professionalità e simpatia, è sempre in grado di presentare l’argomento della giornata con una leggerezza e un coinvolgimento non comune, ma permettendo allo stesso tempo di uscire con nuove riflessioni e un nuovo modo di vedere il fenomeno di cui si è parlato.

Dopo un iniziale excursus su cos’è l’emergenza in psicologia e una presentazione della sua esperienza pluriennale nel settore, il relatore ha raccontato delle storie di vita in cui è entrato in contatto attraverso il suo lavoro, ha ripreso la storia di Enaiatollah Akbari (dal romanzo “Nel mare ci sono i coccodrilli”), ma soprattutto ha sfatato alcuni miti del nostro tempo: ad esempio, è legittimo parlare di “emergenza immigrazione”? È legittimo parlare di “emergenza terrorismo”? Il seminario si è quindi incentrato sull’aspetto emotivo e psicologico di chi affronta un viaggio e migra in un altro Paese. Attraverso la teoria dell’attaccamento di John Bowlby e la pragmatica di Paul Watzlawick, il dott. Sbattella ha presentato quindi un modo di lavorare in questo ambito, un possibile stimolo su come affrontare tali tematiche con persone che vengono da altri Paesi e hanno una storia personale così ricca e importante.

Un seminario molto interessante e mai noioso, grazie alla bravura del relatore nell’intrattenere un pubblico senza mai ripetersi e alla sua capacità di mostrare un fenomeno apparentemente così palese sotto un’altra lente e un altro punto di vista.

(Eugenio Bedini - Psicologo, Psicoterapeuta)

 ________________________________________________________________________________________________________________________ 

 SVEDESI

 

 Sabato, 3 Settembre 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso

"L'esperienza di Magelungen: l'applicazione del modello sistemico in Svezia"
Mia Hubinette, Michelangelo Rizzo, Jorgen Hedalv

 

 

Foto: Mia Hubinette, Michelangelo Rizzo e Jorgen Hedalv con i direttori della scuola e gli allievi

 

 

 ________________________________________________________________________________________________________________________ 

 

 

 Sabato, 8 Ottobre 2016 - Sede: Hotel Cà del Galletto - Via Santa Bona Vecchia n. 30 - Treviso

"Lavorare in una società multietnica. Idee per una terapia familiare etno-sistemico-narrativa"
Losi N.

Aperto a: Psicoterapeuti

 

 

 

 


EIDOS s.c. Viale della Repubblica, 22 - 31020 Villorba (TV) Tel. 0422.1780239 Fax 0422.1780757 - P.IVA 03413590260